Progetto Scuola

“Progetto Scuola” – IDEA Roma ha sempre mostrato grande interesse e sensibilità verso i giovani con disturbi dell’umore e dell’ansia. Il Progetto Scuola è iniziato con un incontro nel 1996 presso l’Istituto Galileo Galilei, si è svolto alla presenza del Provveditore agli studi di Roma ed ha affrontato il tema “Disagio giovanile e salute mentale: ansia e depressione”. Il progetto è proseguito nel 1997 con un corso che si è tenuto presso il Liceo Classico Luciano Manara con l’intento di aggiornare sul tema anche il personale direttivo e docente. Nel 1998 si sono tenuti altri corsi presso l’Istituto Duca degli Abbruzzi. Dal 1999 in poi, ogni anno, il Progetto Scuola viene presentato in molte scuole superiori di Roma e provincia ed è attuato presso tutti gli istituti che ne hanno fatto richiesta con l’intervento gratuito di una equipe di IDEA Roma (uno psichiatra, uno psicologo e un volontario). Durante gli incontri sono illustrati ad alunni e docenti i problemi legati ai disturbi depressivi e d'ansia, molto diffusi tra i giovani, lasciando ampio spazio alla discussione e alle domande. Siamo disponibili  presentare il nostro progetto scuola a nuovi istituti

Progetto Nave Italia

Le persone che hanno partecipato al progetto Nave Italia soffrono di disturbi dell'umore (depressione, ansia, disturbo bipolare, disturbo ossessivo compulsivo, fobia sociale). Allo stato scientifico attuale questi disturbi influenzano negativamente la qualità di vita dei soggetti che ne soffrono causando isolamento e ritiro sociale. La valenza riabilitativa, per come è concipita del progetto Nave Italia, è fortemente significativa in termini di messa alla prova delle proprie capacità relazionali e pratiche per chi continua ad avere difficoltà di adattamento sociale. Gli elementi che caratterizzano l'aspetto riabilitativo sono: messa alla prova in una condizione di solidarietà e protezione, senso di appartenenza e condivisione

sicurezza, sia dal punto di vista pratico che emotivo, intensità dei rapporti interpersonali, occasione per uscire dalla routine quotidiana e mettersi alla prova, partecipando alle attività avendo possibilità di confronto con gli altri nel contesto di attività di gruppo.I partecipanti hanno potuto contare sulla solidarietà e su un forte sostegno emotivo e pratico da parte degli educatori della Fondazione Tender to nave Italia e dell'intero equipaggio della Marina Militare Italiana. 

Progetto: Depressione e ansia

Depressione e ansia: Chiedi aiuto non avere paura.

Sostenuto da Fondazione Terzo Pilastro  Italia Mediterranea. In relazione agli obiettivi generali le iniziative realizzate nel corso del progetto hanno avuto la finalità di promuovere la consapevolezza, migliorare l'informazione e sensibilizzare la popolazione generale sui temi di cui ci occupiamo istituzionalmente; disturbi dell'umore e d'ansia. La lotta allo stigma e l'offerta di sostegno concreto sono da sempre principi ispiratori di ogni nostra attività. 

COLLABORAZIONI

In Collaborazione con il Dipartimento per le pari opportunità - Commissione Salute

Convegno "Depressione e ansia: chiedi aiuto, non avere paura"

La prima indagine nazionale sullo stigma che colpisce chi soffre di Depressione e Ansia, di recente promossa dalla Commissione Salute da me istituita, ha confermato che i disturbi depressivi e d'ansia sono ampiamente diffusi in italia, in particolare tra le donne e nel sud. ha inoltre evidenziato che i cossti sociali, dovuti soprattutto all'assenza del lavoro, sono tanto alti quanto quelli sostenuti per il cancro e le malattie cardiovascolari. Una diagnosi precoce ed un trattamento corretto costituiscono, quindi, un vantaggio per chi ne soffre, per i familiari e per la collettività. Diversi ostacoli impedicsono il raggiungimento di questo che, in altri campi della medicina, è un obiettivo ovvio. da quanto emerge dallo studio della Commissione, ancora oggi le persone hanno una conoscenza scarsa e confusa del problema, tendono a stigmatizzare queste patologie e a discriminare che ne è affetto. I mas madia non aiutano a migliorare questa condizione poichè se ne occupano poco e trasmettono un messaggio spesso distorto e allarmante. il risultato è che coloro che soffrono di depressione o ansia rifiutano la diagnosi, hanno paura di consultare uno specialista e cercano di rinviare il più posibile l'inizio delle cure.(....) La speranza è di arrivare, in futuro prossimo, a parlare liberamente di depressione e ansia esattamente come accade per le altre patologie.

                                                                                            On. Mara Carfagna                                                                                Ministero per le Pari Opportunità

Progetto in collaborazione con Itaca Onlus e WAPR

IDEA Roma ha partecipato al 1° congresso Internazionale "Auto-Aiuto e cura del disagio psichico, obiettivi, modelli, valutazione d'efficacia", organizzato dalle Associazioni Progetto Itaca Onlus e World Association for Psychosocial Rehabilitation (WAPR). Il congresso si è tenuto a Milano, presso L'Auditorium "Giorgio Gaber"- Palazzo della Regione Lombardia, nelle giornate del 23 e 24 Marzo. La prima giornata prevedeva il confronto fra le varie associazioni sui temi oggetto del dibattito: la dott.ssa Necci ha esposto la propria personale esperienza, in quanto Responsabile Nazionale dei Gruppi di Auto-Aiuto IDEA. Il racconto ed il confronto su questi temi con le realtà delle altre associazioni è sempre proficuo, attraverso lo scambio di opinioni e le testimonianze, si è cercato di mettere in luce le problematiche comuni e le diversità nel relazionarsi agli jutenti; tutto ciò ha offerto una grande opportunità di aggiornamento, riflessioni e confronto per tutti gli oèperatori ed i volontari che si muovono in questo ambito, nell'otica di migliorare e rendere quanto più professionale il rapporto con i malati ed i loro familiari.

Associazione Idea Roma Onlus- sede legale Via F.D. Guerrazzi 12 - 00152 Roma - C.F. 97557350580